Il diritto alla contestazione è sacrosanto.
Se sei un lettore di questo piccolo blog di paese, lo sai.
È sacrosanto valutare, criticare e, se necessario demolire.

 

Però a volte occorre anche la lucidità mentale, l’obiettività e la razionalità di astenersi.

 

Uno dei ritornelli più usati in questo Paese di ladri è “pagare è giusto, ma vogliamo avere anche i servizi!”.

 

Bene.

 

Uno dei servizi che lo Stato è tenuto a fornire è quello della sicurezza.

 

Si insomma, uno Stato deve proteggersi.

 

Forse per questo paghiamo una difesa?

 

Bene.

 

Ora c’è il Giubileo e la“prima alla Scala di Milano”.

 

L’elevato rischio terroristico, impone misure cautelative.

 

Le misure cautelative sono quelle cose che si fanno per limitare la probabilità che un fatto grave si manifesti.

 

Esempio: appallottolare un discorso delicato ed infilarselo nel culo, invece di affrontarlo con una donna a meno di dieci giorni dalle mestruazioni.
Lo Stato ha quindi approntato dei rinforzi ai sistemi di vigilanza, che già è una cosa che fa da ridere.
Io già me li vedo.
“Marescià, qui c’è uno con unabbomba..cheffaccio sparo?”
“Nun t’impiccià….fatti li cazzi tua….”

 

Pioggia di critiche.

 

“Città blindate, serviva proprio?” questo è stato il commento di una parte della gente.

 

Sapete una cosa?

 

Ognuno ha il governo che si merita ma, in qualche caso, anche no.

 

Siamo un popolo di viziati e una bella strigliata ci starebbe bene.
Si, perché gli stessi che hanno commentato in tal senso, avrebbero avuto da ridire se non ci fossero stati controlli!

E avrebbero chiesto le dimissioni di Alfano, che tutto sommato li colloca tra i ragionevoli.

 

 

Morale: la Santanchè vestita di verde mi fa vomitare.

 

 

.facebook_1449556049410

RSS

3 Comments

  1. kiro

    Rispondi

    L'italiano tipico capsice le cose solo le tocca con mano. Io per pirmo. Ti faccio un esempio, che non riguarda la sicurezza ma si puo' applicare anche a queto argomento. Molti anni fa (ti sembrerà incredibile e impossibile) ero di sinistra. Usavo anch'io molti slgan preconfezionati. Vivevo bene come studente e osservando il mondo da non frequentante con la sveglia, spesso, alle nove del mattino mi veniva facile parlare solo di diritti e amore universale. Poi ho iniziato a lavorare, a vedere come si comporta la gente appena gli dai qualcosina in piu', a vedere come il collega te lo pianta in culo appena scopre che sei buono e non sei imparentato con Provenzano, ho constatato che a far girare il modo, subito dopo la figa e i soldi, sono i furbi. Di ogni colore. E i finti deboli, difesi solitamente dal colore rosso. Cosi' ho cambiato radicalmente idea. Quindi, sul fatto che certa gente abbia bisogno di una strigliata, non posso che essere d'accordissimo con te.

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.