“Salve, sono venuto a consegnare questo modulo come richiestomi dal mio CAF UGL (ma vi rendete conto di come ci hanno costretti a parlare?); ho portato anche copia del 730 ed il documento d’identità..”

 

“………………(silenzio e sguardo fisso su di me)…………”

 

“Ehmm ..ci sono problemi? Ho omesso qualcosa? Forse la firma non leggibile? Forse la carta non è della grammatura prevista? Forse non è della giusta tonalità di bianco? Dica qualcosa la prego…”

 

“Allora, la copia del 730 non mi serve…che io non so chi abbia messo in testa questa cosa ai CAF…non serve, non serve….poi lei doveva esibire la fotocopia del documento d’identità, non il documento d’identità!” il tutto in pugliese in una città veneta.

 

Mantenendo una calma non mia, raggiunta dopo l’assunzione di smodate dosi di roipnol, replico: “Nessun problema signora, la copia del 730 me la riprendo e me la mangio; per la fotocopia del documento d’identità, potrebbe fare lei una fotocopia che io le pagherò?”.

 

“No dico, le sembra una copisteria questa? Ho la faccia da cartolaia?…..e poi noi qui NON PRENDIAMO SOLDI…”.

 

“Signora, la prego. Che una impiegata con la faccia da cartolaia etilista, col culo di lavorare per l’agenzia delle entrate dica che la sua azienda non prende soldi, è qualcosa che va pubblicato sulla settimana enigmistica!”.

 

Applausi della sala d’attesa.

 

La vagina di oggi:

 

tumblr_o6g4an0orV1usehm9o1_1280

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •   

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.