Io adesso dovrei dirvi che sono stato in ferie, che ho visitato posti esotici, che ho potuto scrutare il contenuto delle mutandine di simpatiche vaginette, che ho varcato confini di Stati innominabili e cose del genere.

 

Non lo farò.

 

Sono stato assente perché volevo darmi delle arie.

 

Sono stato assente per provocare in voi terribili crisi di astinenza.

 

Sono stato assente perché volevo vedere l’effetto che fa.

 

Poi oggi, improvvisamente, non è successo nulla.

 

E per questo motivo ho pensato che sarebbe stato bello reagire.

 

Si, lo so: vi siete accorti che ho cambiato terapia.

 

Non ve la meritate, ma questa è la vaginetta del giorno:

 

tumblr_o4dzr7YgzS1usehm9o1_1280

RSS

10 Comments

  1. dirittoerovescio

    Rispondi

    te, belo!

    non è successo nulla cosa?

    io ics giorni fa ti ho scritto che era ora di tornare a casa….

    io e solo io merito qualcosa in 'sto post-o.

    non certo una vaginetta però, neeeeeeeeeeeeeeeeeee.

    e nemmanco un pisellone….mi appaga quello che ho.

    però due parole di ringraziamento, una pacca sulla spalla, un "menomalechecisei",

    un amichevole abbraccio, zio cammello, me lo meritavo.

    brutto. ecco.

  2. F.

    Rispondi

    ohohohohoh era ora, questa però è carina, con gli ochhi pieni di speranza e la mano rivelatrice che lo scambio delle vie c'è stato

  3. Rispondi

    Sì, questa giovine è vagina assai, ancor più che – come da cartello dolcemente accarezzato – swinga a destra e a manca.

    Ma mi unisco alla DER, ché tanto…

    Comunque, dichiaro di essere gioiosa per il tuo ritorno, anche se proprio proprio non ti credo che no te pasó nada. Vetraio misterioso!

  4. dirittoerovescio

    Rispondi

    Giulia, ti rendi conto che è passato dal blog, ha scritto un post e non ci ha neppure degnate di uno sguardo?

    tzé! e noi qui a coccolarlo, consolarlo, farlo ridere……

    me tap-pinaaaaaaaaaaaaaa 

  5. kiro

    Rispondi

    Lo confesso: temevo che ti avessero sequestrato per poi chiedere un riscatto ai tuoi lettori. Io avrei pagato anche cento euro…..

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.