[Al banco salumi di un famoso supermercato della zona]

 

“Salve, mi dica..”;

 

“Vorrei un etto e mezzo di crudo…se possibile taglio finale”;

 

“Allora, abbiamo crudo nazionale, crudo italiano, crudo stagionato su vino rosso, crudo S.Daniele, crudo di Parma, crudo in offerta…quale preferisce?”;

 

“Guardi, prenda quello che vede verso la fine e niente..un etto e mezzo, grazie”;

 

“Ah ok, bene [lo prende dallo scaffale e si avvicina all’affettatrice] quanto ha detto?”;

 

“Un etto e mezzo, grazie”;

 

[taglia]

 

“Ecco fatto…un etto di crudo per lei”;

 

“Ehmm…sarebbe stato chiesto un etto e mezzo…”;

 

“Orco cane mi sono confusa…[e torna a tagliare]”;

 

“Nessun problema…”

 

“Ecco fatto…i suoi due etti di crudo..”;

 

“Ho detto un etto e mezzo diocane! Un etto e mezzo! unovirgolacinque etti! “centocinquantagrammi! Se ha sonno stia a casa!”;

 

“Maleducato”;

 

“Idiota”;

 

“Che gente..!”;

 

“Si ammazzi i pidocchi col martello!”;

 

Tratto da scene di un Vetraio.

 

Vaginette agrituristiche:

 

lovely-lady13

RSS

4 Comments

  1. Rispondi

    non so se è bene metterne due al posto di una, in quanto le proporzioni si perdono, teste grosse, braccioni da coltivatore diretto, la cosa si giustificherebbe solo se mettessi un maschio ed una femmina, così, per apparire più neutro e per incrementare il numero delle lettrici

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.