PUBBLICITA’ PROGRESSO

Caro diario,

innanzitutto mi scuso per le brutte bestemmie che ti ho costretto ad ascoltare, quando mi sono accorto di aver finito lo yoghurt (e per aver lasciato in ufficio il mouse).

Mi scuso anche per averti messo da parte per qualche giorno ma, è inutile che tu faccia finta di nulla, sai benissimo che sto facendo orari terribili.

E quindi sono stanco.

Pure ora, anche se credi che io sia sveglio, in realtà sono mosso da una serie di spasmi che simulano una vita biologica normale.

Forse sono bionico e non me ne sono ancora accorto.

No, non ho fatto la plastica facciale: ho solo fame e sto sentendo il mio viso contorcersi.

Ora che la Costa concordia è dritta, gli italiani sanno di poter raddrizzare qualcosa che non sia la tega della classe politica.

Ora che Berlusconi ha avuto uno sconto di qualche milione di euro relativamente alla condanna RCS, ci si chiede se l’enel farebbe uno sconto pure a noi nella prossima bolletta.

Ovviamente ad una richiesta del genere, la bolletta risponderebbe con una sonora scorreggia, come quelle solitamente riservate a noi poveri mortali.

Si, quelli paganti.

Nel frattempo la vita va avanti.

Ci si ritrova davanti alla TV a consumare il nostro pasto.

Davanti alla TV.

E’ proprio qui che chiedo il tuo intervento caro diario.

Io ho seguito uno spot pubblicitario che la mia mente ha rielaborato.

Te lo propongo, sai mai che io non abbia un futuro nel mondo del marketing….

 

Figlia – grat grat grat (si gratta violentemente, tipo).

Madre – Ma che cazzo gratti, diobono, ti sei buttata in mezzo alle pulci?

Figlia – Ma checcazzoneso! Ho un prurito bestiale proprio in mezzo alle gambe.

Madre – Quante volte ti ho detto di evitare l’autoerotismo con la marmitta dell’apecar del vicino? Ma sarai cretina!

Figlia – Mumble mumble, grat grat grat…

Madre – Hai provato con l’idropulitrice?

Figlia –  a dire il vero no.  Non ci ho nemmeno pensato.  Ho provato a fare dei lavaggi con l’acetone e anche col kerosene J1 aeronautico, ma non ho avuto risultati apprezzabili.  La cosa che mi preoccupa è che a mio moroso hanno dovuto già amputare il cazzo a causa dell’infezione che gli ho trasmesso…

Madre – Beh dai, poco male, tesoro. Ho la soluzione per te: usa vagisil! Con vagisil, continuerai ad infettare il pianeta, ma senza sentire il prurito. L’universo ha bisogno delle malattie veneree e noi contribuiremo!

Figlia – grazie mamma! Tu si che sei la numero uno!

 

Il Vetraio – ehi vigliacche! Ma proprio all’ora di pranzo mi dovete parlare della vostra vagina mal lavata? Invece del tatuaggio sulla spalla, del piecing nell’ombelico e del pelo pubico tagliato a forma di cofano di fiat palio, perché non dedicarsi all’uso del buon vecchio sapone?  Si insomma…

 

MOTHER FUCKER

Obama- Ciao Vetraio! Tutto bene?

Vetraio- Berlusconi a parte…

Obama- Finalmente lo stanno facendo nero “abbronzando”, no?

Vetraio- Se vuoi che ti dica la verità, sono scettico.

Obama- E’ un mother fucker quel tappo!

Vetraio- Eh si.. ma…a proposito di mother fucker, come siamo messi con la crisi siriana?

Obama- E’ una bella situazione di merda, perché l’ONU non decide, gli altri Paesi non decidono e io voglio intervenire contro il mother fucker.

Vetraio- Guarda che quando parlavo di mother fucker, parlavo di te!

Obama- Oh shit!!

Vetraio- Non riesci mica a stare a casa tua e aspettare che sia la comunità internazionale a chiedere eventualmente il tuo aiuto?

Obama- E se la comunità internazionale non decide nulla?

Vetraio- E tu puoi mandare via un mother fucker comportandoti da mother fucker?  Sarebbe come mandare via Berlusconi e rimpiazzarlo con Alfano.

Obama- Si, in effetti..

Vetraio- Allora, fai il bravo: chiama l’ONU e dì loro che tu sei pronto ad eseguire le loro disposizioni. Stop. Cazzo, ma devo sempre dirti tutto?

Obama- Mi aiuterai?

Vetraio- Si, telefonerò a mia zia e ti farò sapere.

Obama- Hai una zia parlamentare europeo?

Vetraio- No

Obama- Parlamentare?

Vetraio- No

Obama- Sindaco?

Vetraio- No, casalinga.

Obama- Ahn…

 

BIM BUM

Amico- Cazzo! Che figata!

Vetraio- ???

Amico- Sono uscito con una tipa nuova.

Vetraio- E….

Amico- Mi ha portato a casa sua, mi ha offerto da bere e mi ha invitato a fare sesso. Cazzo! Quando ha appoggiato le sue labbra nel mio bibo, mi son sentito morire! Che bocca! Che piccola bocca laboriosa! Tipo una pseudorasbora affamata.

Vetraio- Beh dai, non male!

Amico- E poi ha voluto essere penetrata.

Vetraio- Una originalona!

Amico- Davanti e dietro…

Vetraio- Si insomma, cose inedite….

Amico- E poi è partita di fingering, pissing, rubbing, deep throating….

Vetraio- E con lo snorkeling come se la cavava?

Amico- Non parliamo di quando ha telefonato alla sua amica…

Vetraio- Ah però!! Sei andato di doppietta?

Amico- Eh si. Doppietta di pienezza.

Vetraio- Come hai detto che si chiama?