SMETTETELA!

Smettetela di accusarmi di razzismo!

Smettetela perché è semplicemente falso.

Il razzismo è una posizione discriminatoria nei confronti di una razza.

Io sono indifferente alle razze.

Non provo schifo nel relazionarmi con uno zingaro.

Provo schifo se quello zingaro è sporco per sua scelta e ladro per mio danno.

 

Non provo odio nei confronti di un negro.

Provo odio nei confronti dei negri che appestano la mia città, vendendo droga e sesso, cagando in compenso, in ogni possibile luogo non utilizzato dagli street dogs.

 

Non voglio che venga abolito il diritto all’asilo politico.

Pretendo però che si rifletta sul fatto che meno del 5% dei richiedenti asilo, ne abbia poi i requisiti.

 

Non chiedo che i migranti muoiano in mare.

Per questo motivo non devono partire.

 

Non sono contrario al fatto che una persona cerchi rifugio da guerre e sevizie.

Voglio solo che si consideri che pochissimi di quei quattro lazzaroni che arrivano a bordo della Sea Watch siano realmente profughi.

 

Non voglio che vengano soppressi i criteri di SAR (search and rescue) in mare.

Voglio solo che si capisca che quello che i delinquenti assassini di Sea Watch (e affini) non è soccorso, ma trasporto.

 

Non sono scettico a priori circa le motivazioni che spingono i  migranti a scegliere l’Italia come luogo di approdo.

Chiedo solo che qualcuno mi spieghi perché, tra le tre opzioni possibili, Penisola Italica, Penisola Iberica e Penisola Ellenica, si scelga sempre e solo quella Italica.

 

Mi sembra evidente che ci debbano essere delle motivazioni.

Non è che alle varie mafie servano degli schiavi a cui affidare lavori ai confini con la schiavitù?

Non è che l’indotto di cooperative sociali fittizie abbia “bisogno di qualcuno da aiutare fintamente”?

Non è che hotel che rischiavano la chiusura, perché obsoleti e marci come delle fogne, stiano risollevando il capo grazie agli introiti che lo stato italiano sottrae alla sua gente per queste blasfeme azioni di aiuto?

Non è che le lobby dei prodotti agroalimentari a basso costo vogliano qualcuno da mettere a culo alto a raccogliere pomodori a 3 euro al giorno?

 

Non è che stiamo aiutando i nostri vostri sporchi affari?

 

Cari cattolici della mia minchia, siete così sicuri che il vostro Dio sarebbe così fiero di voi?

Cari comunisti, siete così sereni a sapere che siete una delle peggiori zecche che la vacca Italia possa nutrire?

Cari imprenditori, siete così lieti a sapere che siete così poveri, che vi resta solo il denaro?

 

Io sarei stanchino di essere tacciato di razzismo per coprire la vostra delinquenza.

Io non voglio che si continui ad accettare immigrati clandestini.

 

1) perché non li voglio vedere morire come topi su chiatte che affondano;

2) perché non voglio che delinquenti proprietari di navi ONG, finanziate da chissà chi, facciano profitto sul disagio creato all’Italia;

3) perché non voglio le navi ONG;

4) perché non voglio vedere schiavitù al servizio delle mafie;

5) perché non voglio vedere minori a contatto coi preti;

6) perché abbiamo migliaia di italiani in condizioni di estrema difficoltà;

7) perché non voglio veder arrivare in Italia soggetti che non vogliono integrarsi;

8) perché non esiste posto al mondo in cui l’immigrazione clandestina non sia reato;

9) perché investiamo milioni di euro per creare strutture produttive in ogni Paese emergente;

10) perché decenni di buonismo mi hanno convinto che i miei coglioni non ne possano più.

11) perché io gli immigrati, per come li volete voi, io non li sopporto più!

Vergognatevi!!

 

Vaginetta del giorno:

 

BOOMERANG CHE TORNANO

“Certo che la situazione è davvero preoccupante…”.

 

“Eh si…non si dorme tranquilli”.

 

“Attacchi terroristici, bombe, sparatorie, gente rullata dai camion…”.

 

“Aggiungerei i Pokemon, la nostra mancata propensione alla lettura, l’abolizione del servizio militare…”.

 

“A Vetrà, non c’entrano un cazzo i Pokemon…però qui davvero ci sarebbe la necessità che l’esercito ci proteggesse di più…ma il governo non fa un cazzo!”.

 

“Scusa, ma parli dello stesso esercito per il quale tu hai votato la riduzione dei fondi, blaterando che l’Italia è un Paese pacifico? Lo stesso esercito che tu hai definito come foce emorragica di soldi spesi inutilmente? Ebbene, ora non lo puoi invocare e spero che tuo figlio, rimbambito alla ricerca di Pokemon, non sia nel luogo del prossimo attentato. Io di ottusi buonisti come te, ne ho le palle piene. E il governo che critichi, è conseguenza del tuo pensiero, non del mio”.

 

“Idiota”.

 

“Comunista”.

 

“Muori”.

 

“Quando sarà la mia ora, ma tu devi sapere che sei la rovina dell’Italia e anche del decoro pubblico”.

 

La vaginetta di oggi:

 

tumblr_o5fe86Xhox1usehm9o1_1280

NON MERITATE UN CAZZO!

Il diritto alla contestazione è sacrosanto.
Se sei un lettore di questo piccolo blog di paese, lo sai.
È sacrosanto valutare, criticare e, se necessario demolire.

 

Però a volte occorre anche la lucidità mentale, l’obiettività e la razionalità di astenersi.

 

Uno dei ritornelli più usati in questo Paese di ladri è “pagare è giusto, ma vogliamo avere anche i servizi!”.

 

Bene.

 

Uno dei servizi che lo Stato è tenuto a fornire è quello della sicurezza.

 

Si insomma, uno Stato deve proteggersi.

 

Forse per questo paghiamo una difesa?

 

Bene.

 

Ora c’è il Giubileo e la“prima alla Scala di Milano”.

 

L’elevato rischio terroristico, impone misure cautelative.

 

Le misure cautelative sono quelle cose che si fanno per limitare la probabilità che un fatto grave si manifesti.

 

Esempio: appallottolare un discorso delicato ed infilarselo nel culo, invece di affrontarlo con una donna a meno di dieci giorni dalle mestruazioni.
Lo Stato ha quindi approntato dei rinforzi ai sistemi di vigilanza, che già è una cosa che fa da ridere.
Io già me li vedo.
“Marescià, qui c’è uno con unabbomba..cheffaccio sparo?”
“Nun t’impiccià….fatti li cazzi tua….”

 

Pioggia di critiche.

 

“Città blindate, serviva proprio?” questo è stato il commento di una parte della gente.

 

Sapete una cosa?

 

Ognuno ha il governo che si merita ma, in qualche caso, anche no.

 

Siamo un popolo di viziati e una bella strigliata ci starebbe bene.
Si, perché gli stessi che hanno commentato in tal senso, avrebbero avuto da ridire se non ci fossero stati controlli!

E avrebbero chiesto le dimissioni di Alfano, che tutto sommato li colloca tra i ragionevoli.

 

 

Morale: la Santanchè vestita di verde mi fa vomitare.

 

 

.facebook_1449556049410

NO, NO e NO!

Vediamo di ricapitolare.

 

Mezzo mondo arabo va a fuoco e la gente inizia a decapitarsi vicendevolmente.

Bruciano piloti vivi, e perfino i “bocia” sparano alla nuca di chiunque si inginocchi loro davanti.

In Africa invece pure.

Nasce come per incanto un’entità che si chiama ISIS, la quale raccoglie assassini di varia natura.

Ovviamente nessuno si chiede come ISIS abbia i soldi per mantenere un’attività bellica.

Popoli emigrano in cerca di salvezza ma, mica tutti!

Solo alcuni.

Tra le varie opzioni possibili, tipo Turchia, Grecia, Italia e Spagna, sapete dove preferiscono approdare?

Visto che lo stretto di Gibilterra si può attraversare a nuoto anche dopo aver fumato un pacchetto di sigarette, che la Turchia è lì comoda anche senza troppi sbattimenti e che la Grecia spalancherebbe la porta del “nord” come solo Ruby potrebbe, è ovvio che la scelta cade sull’Italia.

E pagando!

Arrivano in Italia dove da anni si dichiara uno stato di emergenza, così.

In pratica però l’unica emergenza è che c’è qualcuno che guadagna una cifra di soldi da paura.

Chi paga? La gente.

Si, perché l’assistenza ha un costo!

Bande di bifolchi, di ogni estrazione politica, s’abbuffano.

Nel frattempo la cittadinanza, che mentre cammina vede i suoi testicoli fare simpatiche scintille a causa dello sfregamento al suolo, protesta.

Perché protesta?

Protesta perché una migrazione non organizzata, è un caos.

Il caos è pericoloso, costa e rende giungla la città.

Immediatamente branchi di buonisti cercano di guadagnarsi un posto alla destra del Padre.

E allora pubblicano toccanti foto di gente massacrata in modo terribile.

E allora pubblicano foto con la scritta “ecco da cosa scappano”.

Eh no, caro buonista della mia minchia!

Eh no, creatura ingannevole!

Proprio no.

Credo dovresti cercare di intendere che a tutto c’è un limite.

Se l’Europa non vuole i migranti, non vi viene il dubbio che abbiano i loro motivi?

Tra tutti i Paesi d’Europa, chi ha accolto più disperati?

Chi li ha accolti anche senza risorse?

In una bottiglia da 1 litro, ci sta solo 1 litro, non 2!

 

Non si può essere contro gli interventi militari, contro la chiusura delle frontiere, contro le morti in mare, contro le caramelle al mou  e tutto allo stesso tempo.

 

Mi ricordate quei genitori che dopo aver educato il figlio a carezze, si ritrovano in casa un tossico.

Scaricando le responsabilità sulla società, ovviamente.