JE SUIS VAFFANCÙ

Il governo francese si ritiene offeso dal comportamento del governo italiano.

Il governo francese ospita e rende immuni almeno quindici persone, ricercate dalla giustizia italiana.

Il governo francese ha a più volte autorizzato la polizia di frontiera a scaricare clandestini in territorio italiano.

Il governo francese ci reputa dei ridicoli.

 

Prendete le frasi qui riportate, miscelatele, filtratele con un minimo di obiettività e vedrete come vi risulterà chiaro il concetto che solo la vaginetta di oggi, vi salverà dallo stress e dall’azione cattolica:

 

PARALLELISMI CONVERGENTI E SCHIZZI SULLA PROF.

Giorgino, in piedi di fronte alla lavagna risolve un esercizio algebrico ottenendo un risultato diverso da quello proposto dall’insegnante.

Quest’ultima, gonna a tubo e camicia senza maniche, cerca di fargli cambiare idea.

Lui, anche se in difficoltà, perché prova tu a fare l’algebra con la tega dura, sapendo poi di dover contraddire quella porcona di matematica, non arretra: sostiene che il risultato corretto sia il suo.

“Giorgino, se proprio unammerda! Non sai nulla; meriteresti una nota, piccolo ebete!”.

“Ma Prof! Perché non lo facciamo assieme questo esercizio? Così vediamo come va a finire mortacci tua..“.

La Prof non accetta ed inizia a chiedere alla classe, i risultati ottenuti.

I soliti leccaculo le chiedono di rendere noto il risultato reale, “così, tanto per confrontare…” cercando di celare l’intenzione di estorcere il risultato senza lavorare.

Altri insultano il nostro Giorgino, passandolo per un coglione ma, quando la Prof li invita alla lavagna, ammettono di avere ottenuto lo stesso suo risultato.

Vista la situazione, la Prof ammette che PROBABILMENTE l’errore non è di Giorgino e, tanto per non sbagliare, distribuisce nuovi esercizi a tutti.

Ovvio che Giorgino sguinzagli il pisello e schizzi sulla lunga gonna della Prof così, come ricerca di scienze.

(Tratto dal libro “Matteo, 49 clandestini e un’Europa che gli dà del razzista”, mentre noi schizziamo sulla Prof.)

 

CRONACA DELLA GIORNATA

Esplosione

 

Salvini capisce di essere al centro di una scena che lo colloca a Bruxelles.

 

Degli attentati non gliene frega una rugosa minchia, ma può dimostrare di essere andato a lavorare.

 

Almeno una volta.

 

Nuova esplosione.

 

Salvini va di selfie dopo aver frustato un aiutante per farsi portare la felpa adatta, che mica si può essere sulla scena di un attentato con le macchie di sugo!

 

Nuova esplosione.

 

Salvini estrae l’uccello e inizia a masturbarsi come un forsennato.

 

Nuova esplosione.

 

Il mondo dei social inizia a sfornare bandiere, memorie, nastrini, coperchi della marmellata, uova in scadenza, lucchetti per bicicletta e tutto ciò che possa essere messo in relazione con uno schifo.

 

E nessuno che arrivi a capire che le frontiere vanno chiuse.

 

I migranti sono un business per i malavitosi!

 

Fatevene una ragione!

 

Se li si vuole aiutare, occorre aiutarli là da dove vengono!

 

Ci stiamo facendo avvicinare al secondo medioevo, sappiatelo!

 

Macchevveloddicoaffare…