PREVISIONI PER IL 2019

Credo di non sconvolgervi se vi dico che c’è gente che freme per l’oroscopo del 2019.

Credo di non sconvolgervi se vi dico che hanno più efficacia previsionale le mie irsute vaginette.

Però è un fatto: la gente è attratta dalle previsioni e infatti merita solo di essere fottuta.

 

Questa è la storia di un’orgia che si svolge nelle prime ore del 2019.

Partecipanti:

“Il Brutto”

“Il Mutanda”

“Il Parrucca”

“Il Meglio”

e lei

“Romina” che è un nome d’arte datole tanto per non svelare che è la moglie di un politichetto di quartiere che si perde tra leggi e decreti, mentre sua moglie va di mono come un KTM del ’74.

 

Il teatrino parte quando il Brutto, rompendo quegli indugi di cui non è mai stato affetto, offre un’alternativa allo spumante, alla giovane porcellina.

E lei, senza pensare agli indugi rotti dal Brutto, si china.

Si china, senza dimenticare di spostare la mutandina, perché Romina, questo è il nome della vagina, succhiando la cremina, si sposta la mutandina in attesa della giusta pecorina.

È un fatto.

Melius est pecorina quam medicina.

E il Mutanda, vedendo spostarsi sua cugina (la mutandina) nemmeno si pone inutili domande, spingendo il di lui birillo dritto in vagina.

Beh, oddio.

Proprio dritto dritto in vagina non credo, visto che l’occhiolino del marrano, per un attimo ha fatto pensare ad una breve incursione nell’ano.

Senza peraltro che Romina proferisse nessun dolorante gemito, e anzi reagendo alla proposta del Parrucca con un tremito.

Il Parrucca, vedendo il quadretto così formato, ha infatti proposto l’occupazione del buchetto dimenticato.

E così, festeggiando il nuovo anno, la caprettina godeva e beveva seme come una di Forza Italia in campagna elettorale, tra gli applausi del pubblico presente, pagante e non.

Previsione ovvia per il 2019:

Il Meglio deve ancora venire.

 

Vaginetta di oggi.

 

NONNI FB

Dlin dlon!

 

Si avvisa la spettabile clientela che non esiste nessun commento postato su Facebook, che non scateni le ire ed i commenti violenti di almeno un deficiente.

 

Si prega inoltre di ricordare che i nostri nonni pensavano che solo la loro consorte reagisse male per qualsiasi verbo proferito!

 

Ergo FB è mia nonna.

 

Mia nonna non è questa.

IMG_687971693366208

 

NON MERITATE UN CAZZO!

Il diritto alla contestazione è sacrosanto.
Se sei un lettore di questo piccolo blog di paese, lo sai.
È sacrosanto valutare, criticare e, se necessario demolire.

 

Però a volte occorre anche la lucidità mentale, l’obiettività e la razionalità di astenersi.

 

Uno dei ritornelli più usati in questo Paese di ladri è “pagare è giusto, ma vogliamo avere anche i servizi!”.

 

Bene.

 

Uno dei servizi che lo Stato è tenuto a fornire è quello della sicurezza.

 

Si insomma, uno Stato deve proteggersi.

 

Forse per questo paghiamo una difesa?

 

Bene.

 

Ora c’è il Giubileo e la“prima alla Scala di Milano”.

 

L’elevato rischio terroristico, impone misure cautelative.

 

Le misure cautelative sono quelle cose che si fanno per limitare la probabilità che un fatto grave si manifesti.

 

Esempio: appallottolare un discorso delicato ed infilarselo nel culo, invece di affrontarlo con una donna a meno di dieci giorni dalle mestruazioni.
Lo Stato ha quindi approntato dei rinforzi ai sistemi di vigilanza, che già è una cosa che fa da ridere.
Io già me li vedo.
“Marescià, qui c’è uno con unabbomba..cheffaccio sparo?”
“Nun t’impiccià….fatti li cazzi tua….”

 

Pioggia di critiche.

 

“Città blindate, serviva proprio?” questo è stato il commento di una parte della gente.

 

Sapete una cosa?

 

Ognuno ha il governo che si merita ma, in qualche caso, anche no.

 

Siamo un popolo di viziati e una bella strigliata ci starebbe bene.
Si, perché gli stessi che hanno commentato in tal senso, avrebbero avuto da ridire se non ci fossero stati controlli!

E avrebbero chiesto le dimissioni di Alfano, che tutto sommato li colloca tra i ragionevoli.

 

 

Morale: la Santanchè vestita di verde mi fa vomitare.

 

 

.facebook_1449556049410

WINDOWS 10 MERDA

Installare WINDOWS 10, vederlo crashare e perdere le mail di 3 anni, è qualcosa che mi mette nelle condizioni di fare alcune cose:

 

Bestemmiare come un ebreo a cui rubano un penny;

 

Reinstallare tutto;

 

Scrivere un post.

 

Credo che il titolo del post potrebbe essere tranquillamente “Windows di merda”.

 

 

DIARREA, CAUSE E TERAPIA

Natalino Balasso oggi scrive su FB un panegirico contro chi si lamenta degli immigrati.

In sostanza lui dà la colpa ai governi, ai commercianti di armi, alla strega del bosco, all’antiruggine grigio e un pochino anche al mio taglio di capelli.

 

Ma quando hai la diarrea, caro Natalino, tu non vai dal farmacista a chiedere qualcosa che curi la tua stupidità per aver mangiato escrementi di mucca, che risaputamente provocano la liquida.

Tu chiedi semplicemente qualcosa per la diarrea!

Non rompiamo i coglioni, suvvia!

Gli-immigrati-devono-smetterla-di-fare-gli-immigrati!

Poi decideremo a chi dare le colpe.

Per adesso la ricetta è:

fuori dai coglioni gli immigrati, quelli recenti, quelli attuali e anche quelli che sono in procinto.

E i ROM?

Via pure quelli.

E se non se ne vanno?

Riduzione dei costi del metano durante il prossimo inverno.

Poi vi spiego come.

 

Adesso vado a prendere la mia quotidiana boccata d’ansia.

Forse condivisa.