LETTERAIO 4

E’ da parecchio tempo che la rubrica “Il LETTERAIO” non trova giusto spazio.
Il motivo è molto semplice: non mi avete più scritto (eccheccazzo!).
Perlomeno non mi avete più scritto perle come quelle che solo voi sapete scrivere.
Ricordo che “Il LETTERAIO” è una sorta di risposta pubblica alle vostre lettere.
Si insomma, le lettere al Vetraio.
In rosso le mie considerazioni.
 
Caro Vetraio,
mi chiamo Silvia e ti scrivo dalla città di XXYYZZ (Chissà qual è la sigla automobilistica di XXYYZZ…).
Il tuo blog è parte della mia giornata e adoro rileggermi vecchi pezzi, scritti magari quando vivevi in Thailandia. Mi fai sorridere quando ne ho bisogno. (Della serie: l’unico blog al mondo a riproporsi come la peperonata, ma con trisma facciale aggiunto…)
Pure io sono una blogger ma senza buoni risultati perché non riesco a descrivere le mie sensazioni.
Forse perché le mie sensazioni non sono abbastanza forti, credo  (Hai mai provato il metodo del dito? Ecco, infila un dito in uno dei tuoi orifizi. Proverai una sensazione forte che potrai mettere sul blog.  Naso e trachea non sono valide causa inefficacia e morte, rispettivamente).
Una volta ho scritto un post nel quale ti descrivevo, senza conoscerti (Quello in cui appaio come un comodino con la varicella? Non l’ho letto.).
Mi piace l’idea di immaginare come sono le persone misteriose e tu sei misterioso (lo pensa anche la DIGOS).
Da te vorrei un parere (Uff….allora mi rivesto).
Sono giovane, alta, bionda e carina.
Anzi, diciamolo pure: sono proprio una figa (sti cazzi!) ma non ho successo con gli uomini.
Cioè, loro mi filano e mi invitano, ma escono con me una sola volta.
Poi spariscono (non è che li sciogli nell’acido sensa saperlo?)
Secondo te, qual è il problema? (Guarda stellina, ci sono varie ipotesi che son così elencabili
 

  1. Se durante i vostri incontri vedi i tuoi pretendenti drogarsi e stramazzare al suolo, potresti avere l’attitudine a parlare un attimino troppo;
  2. Se spariscono non appena ti spogli, forse è il caso che tu eviti di mettere la canottiera dentro alle mutandine. Vedi può sembrare banale ma è un particolare eccitante quanto i peli delle gambe di un commercialista;
  3. Se sparicono al primo bacio, potresti aver confuso il dentifricio con qualche prodotto decapante usato dal carpentiere che hai sotto casa;
  4. Se spariscono al primo pompino, …..(come sopra ma con grida più marcate e metalliche);
  5. Se spariscono dopo che avete bungabungato consumato, devi smetterla di lavare i profilattici con l’acido muriatico e riutilizzarli;
  6. Se spariscono improvvisamente finchè descrivono sul loro blog cos’hanno fatto a letto con te, probabilm 

MANCATA PRODUZIONE

 -Ehi Vetraio! Mi sembra che tu ti stia masturbando troppo invece di scrivere.
Sul blog intendo.   Io passo a trovarti e tu non scrivi.
Torno e tu…non scrivi.  Scrivo e tu….non leggi.   Non è che ti sei ammosciato?

Guarda che quest’anno non ti daremo il premio produzione!!-

Caro lettore,
devo dire che il tuo stimolo è gradito.

Si.
Adesso mi sento meglio.
E’ come quando lavori come un negro (che tra di loro dicono che lavorano come veneti) per una settimana.
Senza sosta.
Hai fame, sete, sonno e anche una moderata voglia di andare in figa fare sesso.
Ecco, tu per mè sei come la moglie che attende il tuo rientro e che, ancor prima di farti vedere qualcosa da mangiare e da bere, ti tira giù i calzoni infilandosi l’uccello (ormai in lacrime) tra le fauci, come solo gatto silvestro con titti può far!
Ovvio che anch’io ho voglia di postare.
Ovvio che è un piacere.
Ovvio anche che non posso dilatare il tempo a mio piacimento.
Almeno, non senza variare la massa.
Boh, me lo diceva mio fratello Albert prima di morire con un petardo atomico arrampicato sul buco del culo.
Mi ricordo della cosa perché Albert si lamentava delle  unghiette affilate………
Quelle del petardo intendo.
E poi Buuuuum!!
Addio culo…….
E questo me lo diceva un amico che una sera uscì a trovare don Carlo.
 
In buona sostanza, caro amico lettore,  simpatico come un gatto appeso al sacchettino che racchiude i coglioni, prometto di impegnarmi di più.
Lo farò per  tè ma anche per tutti coloro che ce l’hanno a morte con chi posta troppo frequentemente e che non capiscono che postare è come cagare: fisiologico.
Cago troppo poco.
 
Adesso spingo.
 
Però se non scappa, non scappa!
Eccheccazzo!
 
😉

 

PEDOFILIA

Sul letteraio di oggi, voglio dare risalto ad un messaggio che un/a lettore/rice mi ha inviato.
Francamente non riesco a capire se si tratti di un lui o di una lei e per questo mi scuso.

"……..e io mi rattristo fino a piangere per ciò che avviene nel mondo ad opera dei sacerdoti, nei confronti dei bimbi………"

Facciamo finta che tu sia un ragazzo, tanto per non incriccarmi con le opzioni di scrittura.
Facciamo così, ti do anche un nome.
Oggi qui per noi sei Andrea.

Vedi Andrea, quello che vedi nei giornali, non è qualcosa che succede oggi.
Non è che i sacerdoti sono diventati pedofili improvvisamente, non riuscendo più a controllare il cazzo.
La cosa arriva da lontano.
Ricorda che laddove il cattolicesimo ha piantato radici più robuste, maggiore è il livello di ignoranza e di omertà.

Pensa ai paesi sud americani o alla mafia.

Ti dice nulla?

Auspico un futuro all'insegna della moralità, ma svincolato dal clero.

Clero e malavita sono facce della stessa medaglia.