Con il numero di persone che si ammalano in questo strano inverno, la prima cosa cui si pensa quando si avverte un leggero problema intestinale è: “Ecco, me la sono presa..!”.

E così mi è successo.

Ho dato per scontato che il virus mi avesse inesorabilmente aggredito, impossessandosi delle mie cellule e provocandomi una improvvisa satanica deriva blasfema.

Poi però i sintomi non erano netti.

Li associavo più che altro alle mie letture su facebook.

E il virus che mi aggrediva le mucose del sigma era più semplicemente questo:

“Cercasi una persona disponibile per fare i compiti ad un ragazzino di seconda media. Lunedì e giovedì. Grazie”.

 

Preghiamo.

 

Cara signora,

mi permetta di sollevare alcuni dubbi circa il suo annuncio.

Se il ragazzino non fa i compiti, ci possono essere poche ragioni che qui elenco:

1) non conosce la teoria perché, finché l’insegnante spiegava, lui si toccava il pisello pensando alla biondina della prima fila;

2) conosce la teoria, ma non ha un cazzo di voglia di fare quei cazzo di compiti, proprio perché ha intenzione di toccarsi il pisello pensando alla biondina della prima fila;

 

Quindi il problema non è dato dal fare i compiti.

È semmai “consolidare la teoria” e motivare il ragazzino a fare i compiti alla velocità del suono, risparmiando tempo da dedicare alla biondina della prima fila.

Dovesse aver bisogno, la informo che il mio onorario è pari a 15€/h e la biondina della prima fila.

 

Vaginetta di oggi:

 

 

RSS

2 Comments

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *