IL MIO CORONAVIRUS #12

L’italianità si manifesta in modo palese, partorendo una misura di emergenza come il lockdown, che viene osservata con rispetto da tutto il mondo, per poi trovare gli escamotage alla napoletana per scavalcare i dettami della commissione scientifica, appositamente pagata, e tornare ad infettarci allegramente come cani randagi, pensando di aver fatto fesso chissà chi.

E deve ancora emergere in tutta la sua potenza, la notizia che vede i felini come ulteriore vettore dell’infezione.

Ne vedremo delle belle.

Che la vaginetta sia con voi!

 

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •   

IL MIO CORONAVIRUS #11

Le curve di crescita del virus, tendono ad appiattirsi.

È stato decretato un minuto di silenzio in memoria delle vittime del Covid 19.

Gli ospedali della lombardia (ma anche gli altri) continuano ad essere in affanno.

Si cerca di capire la correlazione tra la sparizione di un certo numero di ventilatori polmonari e l’arrivo di un team di medici Albanesi.

Trump continua a dire tutto, e i suo contrario.

Gli USA e la Germania, fanno finta di nulla, ma lo stanno a pijà ‘nder culo.

Lo spread è in altalena.

Teoricamente si può bloccare il pagamento dei mutui, ma nessuno sa come.

L’Organizzazione Mondiale della Sanità plaude alle modalità di gestione emergenziale, attuate dal nostro Governo.

Renzi è parte del Governo, ma fa opposizione più della Meloni.

Renzi è mona e questa ne è ulteriore conferma.

Ma c’è qualcos’altro che non muta mai nella sua immensa capacità di donarci pace.

Qualcosa che, cadesse il mondo sotto i colpi di un virus, continuerebbe a lubrificare le nostre menti.

Qualcosa che “Maria Vergine che splendore!”.

La vaginetta.

 

Eccola!

 

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •   

IL MIO CORONAVIRUS #10

Immaginate una persona falsa come un’epigrafe.

Immaginate poi che faccia parte di un clan di falsi.

Immaginate inoltre, che non sappia pronunciare un discorso, a meno che non sia stato preparato dai suoi papponi superiori.

Immaginate che il suo aspetto sia chirurgicamente modificato , a tal punto da diventare una caricatura.

Immaginate che abbia un’attitudine a dichiarare il falso, da farci venir voglia di riabilitare le figure di Giuda e Dell’Utri.  (Mi scuso con Giuda per l’ignobile analogia).

Ora chiedo: perché il coronavirus si accanisce sulle persone sbagliate e non ci libera da questa zavorra antropomorfa, peraltro sexy come lo spinterogeno della Mini Cooper del ’72?

Bernini Anna Maria (acci sua)
Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •